Skip links

Fortezza Vecchia

L’idea dei fiorentini era quella sì di costruire una fortezza, certamente a difesa del mare e delle scorribande piratesche ma anche di trasformare questo avamposto nel simbolo della Signoria di Firenze. La Fortezza è la memoria della città, della sua evoluzione nel suo passare da borgo di pescatori a vera e propria città. All’inizio del XVI sec fu dato incarico a un tal Giuliano da San Gallo di pensare a questa costruzione militare anche a protezione della Darsena.

Furono così integrate tutte le preesistenti strutture: la Torre Quadrata di Matilde dell’XI sec, la Torre Pisana del 1241 e la Quadratura dei Pisani del 1392. Intorno al nucleo vengono costruiti i tre bastioni: della Canaviglia, dell’Ampolletta e della Capitana e all’interno la residenza dei Medici, il palazzetto di Francesco I e la chiesa di S. Francesco. Al livello inferiore i sotterranei con le postazioni di tiro dei cannoni (Bombarde) che a tutt’oggi presentano un esempio di architettura fonoassorbente fatta di canne stratificate e malta. Distrutta dai bombardamenti americani la Fortezza ha ospitato fino agli anni ‘60/’70 la popolazione livornese, ancora sfollata dalle case distrutte dalla seconda guerra Mondiale.